Fiat, a Termini cancelli aperti ma la produzione non riparte

Continua la protesta dei tredici operai dell'indotto sul tetto dello stabilimento

Palermo. La Fiat non ha ancora revocato il blocco della produzione a Termini Imerese, deciso dal Lingotto due giorni fa a causa della protesta degli operai che ostacolavano l'ingresso nello stabilimento dei tir carichi di materiale per l'assemblaggio della Lancia Ypsilon. "I cancelli sono liberi - dice il segretario della Fiom di Palermo, Vincenzo Comella - ma l'azienda non ci ha comunicato alcuna revoca del provvedimento".
Mentre nel pomeriggio è previsto a palazzo Chigi il tavolo tra governo, Fiat e sindacati, a Termini Imerese continua la protesta dei 13 operai della Delivery & Mail, fabbrica dell'indotto, che hanno trascorso la decima notte consecutiva sul tetto dello stabilimento.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati