Camilleri: ecco perché non sostenni mai gli esami di maturità

Lo scrittore nei giorni scorsi ha fatto visita al liceo classico Empedocle di Agrigento. Agli alunni ha raccontato le storie della sua adolescenza

Agrigento. Andrea Camilleri ha fatto visita al liceo classico Empedocle di Agrigento, che ha frequentato durante la sua gioventù. Agli studenti ha raccontato storie della sua adolescenza. Tra queste lo sbarco alleato in Sicilia nell'estate del 1943, la cartolina di chiamata alle armi che ricevette e il liceo improvvisamente chiuso con la guerra che era scoppiatra. E per colpa del conflitto, ha raccontato, non sostenne mai gli esami di maturità, ne fu sollevato proprio per i bombardamenti. Camilleri ha anche parlato di alcuni metodi d'insegnamento, non proprio convenzionali, adottati da alcuni professori. E ha ricordato il suo professore di filosofia che chiedeva agli alunni se “desideravano” essere interrogati. I ragazzi potevano dire di no per cinque volte, ma alla sesta non c'era scampo. Secondo Camilleri questo metodo dava la possibilità di studiare quando si voleva, l'importante era imparare.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati