Sirigu: "Nazionale? Penso solo a migliorare"

Palermo. È sicuramente la sorpresa più gradita della stagione del Palermo. Si tratta del portiere Salvatore Sirigu, che si è imposto ormai da mesi come portiere titolare della squadra del presidente Maurizio Zamparini. La tifoseria sperava da tempo di trovare un altro portiere su cui fare affidamento e, soprattutto di cui affezionarsi, dopo Gianluca Berti e Vincenzo Sicignano. Andati male i tentativi con il campione del mondo Marco Amelia e il brasiliano Rubinho, ecco che i tifosi hanno trovato il loro numero uno. E probabilmente per molti anni ancora.
«Ho appena rinnovato con la società fino al 2014», ha affermato ieri Sirigu, presente all’incontro con i bambini della scuola calcio dell’Avant Garden. Non parlategli, però, di Champions League o di Nazionale. Non scappa da queste domande, ma rimane sicuramente con i piedi per terra. «È troppo presto ancora per parlare di qualificazione in Champions. Dobbiamo aspettare almeno due mesi per vedere come si andrà a delineare la classifica. Di sicuro ci sono altre sei–sette pretendenti per un posto». E alla domanda se pensa alla Nazionale e al fatto che molti lo considerano tra i cinque portieri più forti in Italia, il portiere sardo smorza i toni. «In questo momento sto pensando solo a lavorare e a migliorare. Onestamente non mi sento tra i cinque portieri più forti in Italia».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati