Palermo, sequestrata merce falsa cinese per 5 milioni

Nelle mani della guardia di finanza cinquecentomila pezzi tra prodotti di abbigliamento, cinture, borse, orologi, giocattoli e accessori per bambini

Palermo. Cinquecentomila pezzi tra prodotti di abbigliamento, cinture, borse, orologi, giocattoli, accessori per bambini sono stati sequestrati a Palermo dai finanzieri del nucleo di polizia tributaria a due cinesi. La merce, per un valore commerciale di circa 5 milioni di euro, era custodita in due magazzini, vicino alla stazione centrale. Si tratta del più ingente sequestro di prodotti contraffatti avvenuto negli ultimi anni in città.
Gli investigatori della Finanza si sono trovati di fronte una vera e propria muraglia di scatoloni. I titolari dei due esercizi commerciali, un uomo di 47 anni e una donna di 44, sono stati denunciati per ricettazione e vendita di oggetti recanti marchi contraffati. La maggior parte della merce era destinata ai bambini.
"Il fenomeno della contraffazione dei marchi è sicuramente in crescita nella provincia di Palermo - dice il comandante provinciale della Guardia di finanza di Palermo, Carlo Ricozzi -. Non vanno sottovalutati i pericoli per la salute dei consumatori, per prodotti che non si avvicinano neppure agli standard di sicurezza fissati dall'Ue".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati