Amia, 10 a giudizio per falso in bilancio

Processo anche per l'ex presidente, il senatore Pdl Enzo Galioto, e l'ex direttore generale, Orazio Colimberti

Palermo. Il gup di Palermo Giuseppe Sgadari ha rinviato a giudizio per falso in bilancio l'ex presidente dell'Amia, il senatore Pdl Enzo Galioto, l'ex direttore generale, Orazio Colimberti, e altre 8 persone tra cui i  componenti dell'ex Cda della società, per falso in bilancio e falsi sulle relazioni delle società di revisione.
 L' Amia, ex municipalizzata che si occupa della raccolta dei rifiuti a Palermo, è da mesi nel'occhio del ciclone per le indagini che coinvolgono i suoi ex amministratori (spese pazze, viaggi all'estero, falsi di bilancio) e perché perde circa due milioni di euro al mese e non riesce anche a causa dei debiti a portare a termine la raccolta dei rifiuti in città.
Il processo comincerà l'1 marzo davanti alla III sezione del tribunale.
Inizialmente gli indagati erano 13: tre posizioni sono state stralciate perché gli imputati hanno chiesto il giudizio abbreviato. I bilanci "truccati", oggetto di indagine, sono quelli del 2005-06.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati