Lari e Gozzo: "Più tutela per i magistrati"

L'appello del procuratore aggiunto e del capo della Direzione distrettuale antimafia di Caltanissetta

Caltanissetta. "Più uomini e più mezzi alle forze di polizia per assicurare la dovuta tutela ai colleghi magistrati impegnati su più fronti in delicate indagini". A chiederli sono il procuratore aggiunto della Dda di Caltanissetta, Domenico Gozzo, ed il capo della Direzione distrettuale antimafia, Sergio Lari, a margine della conferenza stampa per l'operazione della polizia "Extrema ratio" che ha individuato i cinque del clan Emmanuello che avevano programmato attentati alla cugina del gip Giambattista Tona e all'ex sindaco di Gela, Rosario Crocetta.
Solo pochi giorni fa era stato scoperto che le cosche portavano avanti un progetto omicida anche nei confronti di Gozzo e Lari e da alcuni mesi hanno avuto rafforzata la scorta. Cosa diversa per il gip Tona, cui è stata solo rafforzata la tutela ma non ha al livello dei colleghi.
A chiudere il preoccupante quadro, dovuto alla mancanza di uomini e mezzi, la circostanza che altri due giudici della Procura nissena impegnati in delicate e pericolose indagini non hanno nessuna scorta e neanche un servizio di tutela. Della questione dovrebbe tornare ad occuparsi il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati