Italtel, domani protesta all'Ars

La manifestazione, organizzata dalla rappresentanza sindacale unitaria, in contemporanea con la riunione della commissione Attività produttive per discutere della possibile chiusura dello stabilimento

Carini. Domani sciopero e sit-in di protesta dei lavoratori dell'Italtel di Carini davanti all'Ars. La manifestazione, organizzata dalla rappresentanza  sindacale unitaria, inizierà alle 14 e terminerà alle 15.30,  in contemporanea con la riunione della commissione Attività produttive convocata dal presidente Salvino Caputo (Pdl) per discutere della possibile chiusura dello stabilimento Italtel, nell'ambito del piano nazionale di esuberi annunciato dal gruppo di telecomunicazioni.
Alla riunione sono stati invitati a partecipare i sindacati, i rappresentanti delle istituzioni comunali del territorio e i consiglieri  provinciali.
"Anche il Comune di Palermo - dice Anna Maria Cernigliaro, delegato della Fiom-Cgil all'Italtel - su richiesta di alcuni consiglieri del Pd, convocherà una riunione della commissione Attività produttive. Siamo però sempre in attesa  della convocazione di una seduta dell'Ars con all'ordine del  giorno la discussione sulla mozione su Italtel presentata dall'onorevole Pino Apprendi".
Intanto, per il 26 gennaio alle 11, l'assessore regionale alle Attività produttive, Marco Venturi, ha convocato un  incontro con il sindacato e l'Italtel. "Si avvii ogni iniziativa utile, presso il ministero dello Sviluppo economico e il sottosegretariato alle telecomunicazioni  affinché intervenga  rapidamente in direzione di un rilancio dell'azienda Italtel - afferma Apprendi - nel quadro degli  interventi previsti sul fronte dell'innovazione tecnologica con  l'obiettivo di tutelare le professionalità esistenti nello stabilimento di Carini".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati