Uccisero invalido a Giardinello, tra i rinviati a giudizio un consigliere comunale

Per l'omicidio di Giuseppe Rappa andranno a processo il politico, Vito Donato, e quattro suoi parenti

Palermo. Cinque persone, tra cui anche un consigliere comunale, sono state rinviate a giudizio per l'omicidio di Giuseppe Rappa, un bidello invalido ferito a colpi di bottiglia e a calci e pugni a Giardinello, in provincia di Palermo, e poi morto il 5 ottobre 2008 in ospedale, nel capoluogo dell'Isola.
Rappa era stato colpito il 22 agosto precedente, durante la festa del paese, fu operato nel tentativo di salvarlo e morì dopo essere rimasto in coma per 45 giorni. Del delitto risponderanno, davanti alla prima sezione della Corte d'assise di Palermo, il 13 aprile prossimo, il consigliere comunale di Giardinello, Vito Donato e i suoi parenti Carmelo, Simone e Giuseppe Donato, assieme a Francesco La Puma.
Secondo la ricostruzione degli investigatori, la lite scoppiò per una fiera di beneficenza organizzata nell'ambito della festa. Gli imputati sono tutti a piede libero. Rischiano l'ergastolo, perché il gup Daniela Troja ha considerato il reato aggravato dai futili motivi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati