Sfratto Laboratorio Zeta, manifestanti impediscono sgombero

Nei locali del centro sociale ci cono anche una decina di migranti richiedenti asilo politico

Palermo. Alcuni sindacalisti della Cgil ed esponenti politici, tra cui Antonella Monastra di 'Un'Altra Storia, stanno manifestando davanti al Laboratorio Zeta, a Palermo, per impedire alle forze dell'ordine di eseguire un'ordinanza di sgombero dei locali dopo che il provvedimento di sfratto è divenuto esecutivo. Polizia e carabinieri, assieme a vigili del fuoco e polizia municipale, stanno presidiando la zona, che è stata chiusa al traffico.
Nei locali del Laboratorio Zeta ci sono una decina di migranti richiedenti asilo politico. “È una questione di natura politica - dice Antonio Riolo della Cgil regionale, presente al sit-in - e dunque bisogna affrontarla come tale. Abbiamo chiesto l'intervento della Prefettura". I manifestanti hanno allertato il senatore dell'Idv Fabio Giambrone e l'eurodeputato del Pd Rita Borsellino che sono in contatto con le autorità competenti. Polizia e carabinieri, che presidiano i locali in via Boito, non permettono a giornalisti e troupe televisive di entrare nel Laboratorio Zeta, dove all'interno e all'esterno si trovano decine di attivisti, sindacalisti e politici che sta cercando di bloccare l'esecuzione dell'ordinanza di sgombero.
"C'é un clima teso - dice Antonio Riolo della Cgil - stiamo cercando di risolvere questa situazione, l'unico soggetto che può intervenire in modo concreto è il comune, ma al momento non dà risposte". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati