Mondiali di volley, tappa in Sicilia

Catania ospiterà sei partite della seconda fase del torneo che fra settembre e ottobre si disputerà in dieci città d'Italia

Palermo. La Sicilia attraverso Catania sarà protagonista del volley mondiale: ospiterà, infatti, la seconda fase dei campionati del mondo, che si terranno in Italia, dopo trentadue anni, nel prossimo autunno.
Ventiquattro squadre, 10 città, 78 gare, 3 fasi, tutte cifre per decretare chi sarà l’unico campione del mondo nella pallavolo maschile. Le squadre sono state divise in 6 gironi da 4. L’Italia, come paese organizzatore, è stato inserita nel girone A. La prima fase si svolgerà in 6 città (Milano, Verona, Modena, Reggio Calabria, Torino e Trieste) e ogni città ospiterà un girone da 4 squadre (gironi A-F). Si svolgerà in tre giorni di gare. Le prime tre squadre classificate di ogni girone (18 squadre) accederanno alla seconda fase. E qui entra in scena la città etnea che nelle sue strutture accoglierà, insieme a Roma e Ancona, due gironi da 3 squadre (gironi G ed N) e sei partite. Si svolgerà in 3 giorni di gare. Le prime due squadre classificate di ogni girone accederanno alla terza fase. Le 12 squadre, quindi, saranno divise in 4 gironi da 3. La terza fase si svolgerà in 2 città (Roma e Firenze) e ogni città ospiterà 2 gironi da 3 squadre (gironi O ed R). Anch’esso sarà svolto in tre giorni. Le 12 squadre della terza fase accederanno al rispettivo girone delle semifinali e finali (gironi S-U) in base alla classifica della terza fase: le squadre prime classificate di ogni girone (4 squadre) giocheranno per il 1°-4° posto; le squadre seconde classificate di ogni girone (4 squadre) giocheranno per il 5°-8° posto; e le squadre terze classificate di ogni girone (4 squadre) giocheranno per il 9°-12° posto. Le semifinali si svolgeranno in 3 città (Roma, Modena e Firenze) e ogni città ospiterà un girone da 4 squadre. Le squadre vincenti del Girone S giocheranno per il 1°-2° posto, le perdenti per il 3°-4° posto; le squadre vincenti del girone T giocheranno per il 5°-6° posto, le perdenti per il 7°-8° posto; e le squadre vincenti del girone U giocheranno per il 9°-10° posto, le perdenti per l'11°-12° posto. Le finali si svolgeranno nelle 3 città delle semifinali (Roma, Modena e Firenze) e ogni città ospiterà un girone da 4 squadre (gironi S-U). Si svolgeranno in un giorno di gare.
I dettagli del mondiale di volley sono stati resi noti oggi a Palermo nella sala Alessi di Palazzo d’Orléans, sede della presidenza della Regione siciliana. A fare gli onori di casa il presidente Raffaele Lombardo, che insieme a Nino Strano, presidente del Comitato Organizzatore locale ed assessore regionale Turismo, Sport, Spettacolo, ha accolto nel capoluogo siciliano Giuseppe Castiglione, presidente della provincia di Catania, Antonio Scalia, assessore allo Sport del comune di Catania e Daniele Capuana, assessore allo Sport della provincia di Catania, e quelle sportive nazionali ed internazionali, Carlo Salvatori, presidente Comitato Organizzatore nazionale, Carlo Magri, presidente Federazione Italiana Pallavolo, Renato Arena, vicepresidente Cev, Confederation European Volley,  e i componenti del Col, Enzo Falzone, presidente regionale Fipav Sicilia, Massimo Costa, presidente regionale Coni Sicilia, Antonio Cammarata, Michelangelo Lo Bianco e Andrea Anastasi, tecnico della nazionale che parteciperà ai mondiali 2010.
Si partirà da Milano il 24 settembre e si chiuderà con la finalissima di Roma il 10 ottobre 2010.
Questi i gironi: Italia contro Giappone, Egitto ed Iran nel Girone A e si disputerà a Milano.
Girone B a Verona: Brasile, Spagna, Cuba, Tunisia.
Girone C a Modena: Russia, Portorico, Camerun, Australia.
Girone D a Reggio Calabria: Stati Uniti, Argentina, Venezuela.
Girone E a Torino: Bulgaria, Cina, Francia, Repubblica Ceca.
Girone F a Trieste: Serbia, Polonia, Germania, Canada.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati