Usura, tassi fino a oltre il 500%: nove arresti ad Agrigento

L'operazione condotta dalla squadra mobile della questura di Agrigento. Sequestrati beni, a scopo preventivo, per circa 600 mila euro

Agrigento. Un'operazione antiusura è stata compiuta dalla squadra mobile della questura di Agrigento che ha arrestato nove indagati, accusati di concedere prestiti con tassi di interesse che oscillavano, a seconda dei casi, tra il 120 e il 545% l'anno, e sequestrato beni, a scopo preventivo, per circa 600 mila euro. I reati contestati sarebbero stati commessi tra il 2006 e il 2008 tra Porto Empedocle e la Città dei Templi.
Gli arrestati sono Roberto Melfa, 45 anni; Antonio Zambito, 61; Alfonso Zambito, 38; Pietro Anastasio Natale, 41; Massimo Zicari, 37; Salvatore Falzone, 41; Carmelo Filippazzo, 45; Calogero Bordino, 51; e Antonio Di Vincenzo, 49.
Nei loro confronti il gip di Agrigento, Stefano Zammuto, ha emesso un ordine di custodia cautelare su richiesta del procuratore aggiunto Ignazio Fonzo, e dei sostituti Adriano Scudieri e Luca Sciarretta del dipartimento reati in materia di Usura ed Estorsioni della procura della Repubblica, diretta dal procuratore capo Renato Di Natale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati