Sciopero al Bellini di Catania, in scena il Faust “monco”

Dopo l’annullamento della prima di sabato per la protesta dei lavoratori, l’opera è stata proposta ieri con scene e costumi incompleti

Catania. Il più popolare dei turni di abbonamento ha tenuto a battesimo ieri sera la nuova stagione lirica del Bellini di Catania. Saltata la prima di sabato per lo sciopero dei lavoratori che contestano la gestione del sovrintendente Antonio Fiumefreddo, è toccato infatti al pubblico del turno 'R' assistere per primo alla nuova produzione dell'Ente, diretta dal maestro Jean-Paul Penin, per la prima volta a Catania, e con regia, scene e costumi di Francesco Esposito.
Scene e costumi, in verità, incompleti, come ha voluto sottolineare lo stesso Esposito con una dichiarazione pubblica con cui ha ringraziato il teatro e le maestranze per avere messo in scena l'opera "nonostante le enormi difficoltà in cui versa" il Bellini.
Lo spettacolo dunque è stato ugualmente apprezzato dal pubblico con le voci di Robert Nagy (Faust), Francesco Palmieri (Mephistopheles) e Annamaria Dell'Oste (Marguerite), tra le più applaudite al termine delle tre ore e mezza di spettacolo assieme al direttore Penin, con l'orchestra, e i coro del Bellini. Il pubblico ha mostrato di gradire lo spettacolo tributando sette minuti di applausi finali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati