Castiglione: da Cirignotta un attacco mirato

Il co-ccordinatore siciliano del Pdl attacca il manager dell'Asp 6

Catania. "Sembra un attacco mirato l'inspiegabile revoca dei capi dipartimento e servizi dell'Asp 6 di Palermo che erano stati confermati da Salvatore Iacolino, al tempo in cui quest'ultimo era direttore generale. Il provvedimento adottato da Salvatore Cirignotta, emanazione della volontà dell'assessore Russo, ha il solo sapore della ripicca personale". Lo afferma il co-coordinatore regionale del Pdl, Giuseppe Castiglione, commentando il provvedimento del direttore generale dell'Asp di Palermo
"Viene da chiedersi, piuttosto - aggiunge Castiglione - come mai Cirignotta non si sia premurato di comunicare la revoca del rapporto di convenzione con l'Aias, che ha privato i pazienti affetti da autismo dell'importante servizio. E ancora: perché chiudere residenze sanitarie assistite pubbliche per sostituirle con residenze sanitarie private? Perché interrompere attività di prevenzione già avviate? Salvatore Iacolino - il co-coordinatore del Pdl in Sicilia - ha lasciato un'azienda in ottima salute, con un bilancio positivo e un'offerta di servizi qualificati. Oggi, gli stessi, vengono invece ridotti a causa dell'assenza del controllo di legittimità che spetta al Collegio sindacale, ma che Cirignotta non ha ancora nominato".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati