Esplosione in una casa a Moncalieri, ipotesi suicidio

Torino. C'é la possibilità, anche se per ora si tratta ancora di un'ipotesi che andrà avvalorata dalla conclusione delle indagini, che dietro l'esplosione della taverna della villetta di Moncalieri ci sia stato un progetto di suicidio da parte di Renato Corsini, l'impiegato residente nella stessa casa insieme alla madre.
Probabilmente il giovane si è chiuso nel locale, ha aperto la bombola per saturare l'ambiente, quindi ha spento l'interruttore centrale della luce e ha acceso il fuoco provocando l'esplosione. Nel frattempo Vincenzo Governa, quando é venuta a mancare la luce, si è alzato da tavola per andare a vedere cosa fosse successo, avvicinandosi alla stanza dove si era rinchiuso il giovane, ed è quindi stato anch'egli investito dallo scoppio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati