“Test dell’alcol falsato”, automobilista di Partinico assolto

Sentenza favorevole per un giovane accusato di aver guidato in stato di ebbrezza. Gli avvocati hanno dimostrato che “l’etilometro non era a norma al momento del controllo sul ragazzo”

Palermo. L’etilometro che aveva constatato il suo stato di ebbrezza non era a norma e per questo è stato assolto dall’accusa di guida in stato di ebbrezza. Una sentenza che rappresenta un’autentica rarità per questo tipo di casi. Una sentenza che sembra far cadere il dogma dell’infallibilità del risultato dell’alcol test. Protagonista della storia è un giovane di Partinico, B.M., fermato la notte di sabato 3 giugno 2006, proprio a Partinico, da una pattuglia dei carabinieri, che effettuò sul ragazzo l’alcol test: 1,5 i grammi di alcol nel sangue del ragazzo. Questo, il risultato del test.
Per questo esito, è previsto il ritiro della patente e del veicolo, visto il superamento della soglia di 0,50 fissata dalla legge. Sentenza praticamente scontata, come tante altre in questi casi, «dato che i giudici si basano solo sul risultato dello scontrino dell’etilometro», ha spiegato l’avvocato Giuseppe Brancato, che con il collega Maximilian Molfettini ha difeso il ragazzo. Ieri, però, la sezione distaccata di Partinico del Tribunale di Palermo, presieduto dal giudice Giacomo Barbarino, ha assolto il giovane, perché il fatto non sussiste.
Gli avvocati di B.M. sono riusciti, infatti, a dimostrare l’inattendibilità del test svolto con l’etilometro. «Abbiamo ottenuto una copia del libretto dell’etilometro e abbiamo verificato che l’apparecchio non era a norma al momento del controllo sul ragazzo», ha affermato l’avvocato Brancato.  L’etilometro, infatti, non era stato controllato, e la legge prevede una revisione annuale per questi apparecchi. In questo caso, l’ultima verifica  sull’etilometro era stata effettuata ad aprile del 2004, più di due anni prima del controllo sul ragazzo di Partinico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati