Sicilia sott'acqua: allagamenti e frane

Disagi in tutta l'Isola causati dalle piogge e dalle raffiche di vento. Decine di interventi della Protezione civile e dei vigili del fuoco

Palermo. Fiumi straripati, frane, allagamenti, raffiche di vento. Non si arresta il maltempo in tutta la Sicilia. Gli uomini della Protezione civile e i vigili del fuoco sono continuamente impegnati su più fronti per le emergenze. Ecco la mappa dei disagi nelle province di Trapani, Catania e Palermo.

Trapani
Ancora danni nel Trapanese dove oltre al fiume Verderame di Salinagrande è  straripato anche il fiume Sossio, a Marsala, che ha leggermente  superato gli argini allagando le campagne circostanti e alcune  abitazioni. Sul posto i vigili del fuoco che stanno valutando il  possibile impatto della piena. Carabinieri e operai dell'Anas  sono intervenuti lungo la statale 187 Castellammare del  Golfo-Balata di Baida dove dei massi hanno ostruito metà  carreggiata rallentando il traffico. A Salemi c'é stata una ulteriore frana nella zona adiacente al Monte delle Rose da cui pochi giorni fa si erano staccati 40 metri cubi di terra. La frana si è fermata a circa 40 metri da una casa e ha ostruito la statale 118 bis. Il traffico è attualmente deviato sulla Provinciale 14  Torretta-Mazara del Vallo. Sul posto sono intervenuti i  carabinieri. Il fango ha inoltre reso impraticabili un altro paio di strade comunali per liberare le quali sono intervenuti mezzi e operai del Comune. A Mazara del Vallo, in mattinata i vigili del fuoco sono dovuti intervenire sul lungomare Fata Morgana per liberare un'auto rimasta impantanata. Sul posto è anche arrivato un escavatore del Comune per liberare la fognatura, che  otturata dalle alghe ha allagato il lungomare. In contrada Costiera ha ceduto un muro in pietra e conci alto quasi quattro metri. Sul posto oltre ai pompieri sono intervenuti i vigili urbani. La rottura della rete fognaria, in  via Gessai, sta allagando una zona di campagna adiacente alle  abitazioni. Il torrente Verderame di Salinagrande  (frazione di Trapani) è straripato allagando alcune abitazioni e magazzini e la strada provinciale 21 è stata chiusa. Causa  dello straripamento sarebbero non solo le intense piogge di  stanotte e della mattinata, ma anche la mancata pulizia del  letto del fiume, che ha portato all'abbassamento degli argini.  Si è provveduto a installare delle pompe per contenere  l'acqua in eccesso e agli abitanti sono stati distribuiti sacchi di sabbia. Il prefetto, vista la situazione, ha indetto una  riunione per lunedì mattina. Il sindaco Girolamo Fazio, che  stamattina si è recato sul posto insieme al prefetto, ha fatto  sapere di aver più volte sollecitato il Genio civile per  provvedere alla pulizia del letto del fiume, non ultimo il 7  ottobre scorso con un'ordinanza.

Catania
I vigili del fuoco di Catania sono impegnati a fronteggiare le conseguenze del maltempo che sta flagellando la provincia etnea, con forti raffiche di vento e  pioggia. Gli interventi finora sono stati una cinquantina, che  hanno riguardato auto in panne, alberi, cartelli stradali e cornicioni pericolanti. A Misterbianco i pompieri sono  intervenuti per l'allagamento di alcuni depositi. Non si segnalano danni a persone.

Palermo
La Confesercenti di Cinisi, provincia di Palermo, denuncia ripetuti allagamenti di molti esercizi  commerciali a causa del malfunzionamento dei tombini per il  deflusso dell'acqua piovana. "Sono anni - dice Domenico Pizzo, responsabile Confesercenti di Cinisi - che i commercianti subiscono gravi danni per la  mancanza di una adeguata manutenzione dei tombini e dell'assenza  di canali di scolo ai margini delle strade".  "Il risultato è che i nostri negozi vengono sempre invasi  dall'acqua e che l'ingresso - aggiunge - è impedito da enormi  pozzanghere che tengono lontani i clienti. Siamo stanchi di pagare le conseguenze dell'incompetenza altrui".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati