Saldi, vendite in calo a Palermo

Il malumore dei commercianti: "Rispetto allo scorso anno una diminuzione del 30 per cento"

Palermo. Il costante peggioramento della situazione economica colpisce anche i saldi e lo evidenziano i commenti dei commercianti di Palermo. È comune il malcontento per il calo delle vendite rispetto allo scorso anno e sono in pochi a sorridere.
«I primi due, tre giorni di sconti sembrava andare tutto a gonfie vele» dichiarano quasi tutti i gestori tra cui quelli di Olimpia, Vitti, Prima Visione, Verde Giallo, «poi il crollo e tuttora non va bene». Per tutti c’è stato un calo delle vendite, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, tra il 20% e il 30%. È andata un po’ meglio, con una diminuzione del 5%, per Lory’s, Sisley e Bagagli.
Più complessa è la situazione secondo quanto dicono dal punto vendita Cammarata sport di via Duca della Verdura: «Il periodo è sbagliato, gli sconti dovevano partire almeno dopo l’Epifania. Perché specialmente per noi che vendiamo articoli da sci o comunque invernali, abbiamo registrato che i clienti compravano i primi giorni e poi stop».
Gli articoli più venduti di questo periodo sono comunque quelli tipici invernali (cappotti, sciarpe, guanti, ecc) e tutte le grandi firme che, come confermato dal Centro Mega «La gente può comprare soltanto in periodo di sconti visti gli alti prezzi».
E tra le voci di malcontento c’è anche la richiesta di Elio Oddo, impiegato di Lory’s, che si fa portavoce dei negozianti del centro: «Secondo me il crollo delle vendite, anche in questo periodo, è dovuto all’assenza di parcheggi nelle vicinanze. Sono del parere che se ce ne fossero di più la gente sarebbe più invogliata a venire in centro e quindi a comprare».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati