Mills, processo a Berlusconi rinviato al 27 febbraio

I giudici di Milano attendono la decisione della Cassazione nei confronti del legale inglese, condannato in appello a 4 anni e 6 mesi

Milano. I giudici della decima sezione penale del Tribunale di Milano hanno aperto e subito sospeso il processo a carico di Silvio Berlusconi, rinviando l'udienza al 27 febbraio, in attesa che la Cassazione decida nel processo a carico dell'avvocato David Mills, condannato in appello a 4 anni e 6 mesi.
I giudici non hanno accolto la richiesta di dichiarare inutilizzabili tutti gli atti formatisi nel corso del processo - che si è concluso con la condanna del legale inglese - e il capo di imputazione che colloca il reato nel 2000.
E' "condivisibile" per Niccolò Ghedini, uno dei difensori di Silvio Berlusconi, la decisione di rinviare il processo in cui il premier è imputato al 27 febbraio.
Ghedini ritiene, infatti, che la decisione delle sezioni unite della Cassazione consentirà di "far ripartire il processo con maggiori elementi e con più cognizione di causa. Abbiamo interesse a sentire dei testimoni per arrivare a un'assoluzione nel merito perché siamo convinti che Mills sarà assolto nel merito".
"Non abbiamo, infatti - ha proseguito - nessun intento dilatorio dal momento che noi stessi abbiamo chiesto la sospensione dei termini di prescrizione. Una cosa non necessaria dal momento che l'opportunità di attendere la Cassazione era stata sollevata dallo stesso tribunale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati