Haiti, piano della Farnesina per evacuare gli italiani

Il ministero degli Esteri ha individuato un luogo sicuro per raggrupparli. Fiato sospeso per quattro connazionali ospitati in due alberghi crollati dopo il sisma

Roma. La Farnesina ha individuato un luogo a Port au Prince dove raggruppare gli italiani presenti ad Haiti. Lì si valuteranno le condizioni fisiche dei connazionali e anche la possibilità di un'evacuazione degli italiani. È quanto si apprende da fonti della Farnesina. La Farnesina ci ha "comunicato la possibilità di evacuare" da Port-au-Prince, ha confermato Fiammetta Cappellini, l'operatrice dell'Avsi che si trova nella capitale haitiana. "Ora, per me non ci penso proprio", afferma la donna che dal giorno del sisma comunica con l'Italia via skype.
Inoltre arrivano notizie poco rassicuranti su quattro italiani che si sarebbero trovati in due alberghi della capitale haitiana al momento del sisma. "Sembra che ci fossero due italiani all'hotel Cristophe e due all'hotel Montana, entrambi crollati durante il terremoto", la fonte in questo caso è Piero Longo, ex-cronista del Giorno riferendosi a due hotel crollati a Port-au-prince durante il terremoto

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati