Venturi: la Fiat ceda lo stabilimento di Termini a un euro

L'assessore regionale all'Industria: "Con un bando troveremmo una casa automobilistica disposta a rilevare la fabbrica"

Palermo. "Marchionne dovrebbe rivedere la sua posizione, ma se ha deciso di chiudere Termini Imerese allora ce lo faccia sapere. La Fiat ceda lo stabilimento e i terreni alla Regione come beni strumentali al costo di un euro e noi bandiremo una gara internazionale per cercare una casa automobilistica interessata a rilevare la fabbrica e rilanciare l'auto in Sicilia". Lo dice l'assessore regionale alle Attività produttive, Marco Venturi.
Venturi, ex componente della direzione di Confindustria in Sicilia, ricorda che "quarant'anni fa la Fiat ha ricevuto il capannone industriale e i terreni a titolo gratuito o per una manciata di lire; oggi Marchionne sostiene che assemblare una auto in Sicilia costa al gruppo mille euro in più e dunque il Lingotto ogni anno avrebbe una perdita di circa 50 milioni di euro; ecco, cedendo alla Regione siciliana lo stabilimento, non avrebbe più queste perdite". Per Venturi "comunque di tutto questo bisogna discutere in una tavolo nazionale con tutti i protagonisti, la Fiat, i sindacati, il governo nazionale e la Regione siciliana".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati