Fiat, Lombardo contro Marchionne: “Dica la verità”

Il governatore: “Pronti a un investimento di 400 milioni ma l’azienda vuole solo spostare la produzione al nord”

Palermo. "Adesso basta! Marchionne dica la verità sul perché del suo accanimento contro lo stabilimento di Termini Imerese. Il popolo siciliano vuole lasciarsi alle spalle l'assistenzialismo e la mafia. Vogliamo una Sicilia produttiva e non vogliamo nessun aiuto dalla Fiat, ma, al contrario, vogliamo noi aiutare la Fiat. Vogliamo produrre automobili moderne e ad alta tecnologia". Lo dice il presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo.
"Siamo l'unica regione che è pronta ad investire in totale 400 milioni di euro - aggiunge - 200 milioni in infrastrutture e 200 milioni in innovazione tecnologica. Non è vero - prosegue Lombardo - che le infrastrutture non ci sono. Da subito, da domani si possono abbattere i costi dei trasporti. La verità è che la Fiat vuole produrre in Italia solo 900 mila autovetture e le vuole produrre solo al nord".
"Siamo nel cuore del Mediterraneo - conclude - e conviene alla Fiat puntare sulla nostra regione. Non ci faremo umiliare da scelte che penalizzano la Sicilia produttiva, la legalità e il cambiamento. Chiedo al governo italiano di fare quello che hanno fatto i governi federali degli Stati Uniti e della Germania: trattare direttamente e con convinzione per non far chiudere nessuno stabilimento".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati