Mihajlovic: "A Genova puntiamo ai tre punti"

L'allenatore degli etnei non nasconde le sue ambizioni: "I fischi non ci spaventano, debbono gasarci come gli applausi. Sappiamo come colpire il Grifone"

Due volte Genoa. Domani per il campionato, mercoledì prossimo per la Coppa Italia. Sinisa Mihajlovic va per gradi e pensa al primo, imminente faccia a faccia con i grifoni: "A Marassi ci attende un ambiente caldo, ma per noi i fischi devono essere come gli applausi. Non dobbiamo avere paura di nulla. I genoani - spiega il tecnico del Catania - in casa giocano meglio che in trasferta, sappiamo come colpirli, ma siamo anche consapevoli che possono metterci in difficoltà: gli uomini di Gasperini vanno a duemila all'ora, pressano con decisione e sul piano fisico impegnano notevolmente l'avversario".  Lanciati da due vittorie di fila contro Juventus e Bologna, gli etnei hanno abbandonato l'ultimo posto e cercano adesso un altro risultato positivo per proseguire la scalata. "Non
abbiamo fatto ancora nulla - osserva Mihajlovic - però siamo sempre più convinti di poterci salvare. La classifica è ancora problematica, ma sono sicuro che risaliremo. Dobbiamo migliorare sotto molti aspetti, a cominciare dalla finalizzazione della manovra. Bisogna essere più incisivi in zona gol. Nelle ultime due gare interne abbiamo creato numerose occasioni in avanti, ma abbiamo segnato solo una rete: decisamente troppo poco". Parlando di attaccanti, Mihajlovic spende parole di elogio per il reparto avanzato dei grifoni e avvisa i suoi: "Il Genoa ha punte che si muovono benissimo - ricorda  l'allenatore dei siciliani - Suazo, giusto per fare un nome, è una forza della natura. In difesa bisognerà essere particolarmente reattivi. Affrontiamo una squadra che attacca in massa e produce una manovra offensiva notevole, può venirne fuori una bella partita, anche perché noi non modificheremo il nostro modo di proporci e non rinunceremo a farci avanti".  Sono 23 i convocati per il ritiro di Savona, che si protrarrà sino a domenica prossima, complice il triplo impegno a Marassi che porterà gli etnei ad affrontare due volte il Genoa e una volta la Sampdoria nell'arco di otto giorni. Fa parte del gruppo, quindi, anche lo squalificato Spolli, che verrà rilevato da Bellusci al centro della difesa. Per il resto, confermato l'undici che ha battuto il Bologna con Martinez nel ruolo di prima punta.  "Il modulo? Ciascuno può vederlo come vuole - dice Mihajlovic - ma l'impostazione di base è il 4-3-3 e lavoriamo su quella. Devo verificare la condizione di qualche giocatore, comunque non cambierò molto. Martinez? E' forte fisicamente, bravo di testa e nell'uno contro uno, quindi può giocare senza problemi da attaccante centrale"

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati