Sedicenne aggredita a Bologna, fermato un coetaneo

La violenza è avvenuta a scuola e scoperta da un bidello. Nella fuga il giovane aveva perso il telefonino

Bologna. È accusato di violenza sessuale su una ragazzina straniera di 16 anni un giovane - anch'egli straniero e minorenne - fermato a Bologna dai carabinieri. L'episodio è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri nei bagni di una scuola media cittadina, un istituto nel quartiere fieristico dove nel pomeriggio si svolgono lezioni per ragazzi immigrati.   A dare l'allarme, poco prima delle 18, è stato uno dei bidelli, che aveva sentito le grida di aiuto della studentessa provenire dai bagni. Poco dopo l'ha vista scappare seminuda, inseguita da un coetaneo, anche lui mezzo svestito. L'aggressore é riuscito a dileguarsi, ma nella fuga ha perso qualcosa, alcuni indumenti e forse il telefonino. Elementi che, insieme alle descrizioni fornite dai testimoni, hanno permesso ai carabinieri di stringere il cerchio sul presunto responsabile dello stupro, che nel giro di poche ore è stato individuato. Al momento non è stato precisato se si tratti di un alunno dello stesso istituto. La ragazza è stata soccorsa da un'ambulanza del 118 e trasportata all'ospedale Maggiore, dove è stato avviato il protocollo sanitario previsto per chi subisce abusi sessuali. Dai primi accertamenti, la violenza sarebbe stata consumata. La posizione del ragazzo fermato è ora al vaglio della procura per i Minori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati