Mafia, la difesa Dell’Utri chiede l’audizione di 2 collaboratori

Palermo. I legali di Marcello Dell'Utri, sotto processo a Palermo per concorso in associazione mafiosa e già condannato in primo grado a nove anni, hanno chiesto alla seconda sezione della Corte di Appello di Palermo di sentire i collaboratori di giustizia Antonio Cutolo e Luigi D'Andrizza. I due, ex esponenti della camorra, hanno inviato a uno degli avvocati di Dell'Utri, Alessandro Sammarco, una lettera in cui dicono di poter dimostrare che "Spatuzza è un falso pentito".
La missiva, che riporta la data del 12 dicembre scorso, è arrivata il 14 dicembre allo studio dell'avvocato Sammarco che adesso l'ha prodotta in dibattimento. La Corte si è riservata la decisione su questa audizione a cui si è, invece, opposto, il procuratore generale Antonino Gatto, che ha puntualizzato che i collaboratori "hanno avuto tutto il tempo per rivolgersi alle istituzioni preposte ad accertare la verità. Se sentivano il bisogno di manifestare le loro certezze avrebbero dovuto farlo prima parlando con le istituzioni competenti".
La Corte è adesso in Camera di consiglio per decidere sull'audizione di altri 9 testi che era stata richiesta dal Pg Gatto. La difesa di Dell'Utri si è opposta a tutte le audizioni tranne che a quelle dei pentiti Pietro Romeo e Giuseppe Ciaramitaro per cui si è rimessa alla decisione della Corte.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati