Scoperto un traffico illecito di rifiuti

Operazione dei carabinieri tra Calabria, Puglia, Basilicata, Campania e Sicilia. Un arresto e 40 camion sequestrati

PALERMO. Operazione dei carabinieri del Noe di Catanzaro e della Compagnia di Lamezia Terme con l'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dalla Procura di Lamezia, ed il sequestro di una quarantina di camion, per un valore di circa 15 milioni di euro, nell'ambito di un'inchiesta su un presunto traffico illecito di rifiuti tra Calabria, Puglia, Basilicata, Campania e Sicilia.
   Nel corso dell'operazione, i militari hanno anche notificato 10 provvedimenti di obbligo di presentazione alla pg e sette obblighi di dimora. Complessivamente gli indagati sono 168, tra i quali rappresentanti di sette enti pubblici, 21 soggetti privati e 96 aziende.
   La persona posta agli arresti domiciliari è Francesco Palmieri, di Lamezia Terme, titolare di una ditta per la raccolta e lo smaltimento di rifiuti speciali alla quale venivano fatti confluire rifiuti speciali e non dagli enti, dai privati e dalle aziende coinvolte. Secondo l'accusa, però, lo smaltimento avveniva in maniera illecita in vari siti posti in altre regioni. I camion sequestrati erano quelli utilizzati per il trasporto dei rifiuti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati