Gela, tenta di sparare alla moglie ma si ferisce ad una gamba

La discussione con la moglie che lo vuole lasciare degenera in lite e lui tira fuori una pistola calibro 7,65, minacciando di suicidarsi davanti al cognato che tentava di riconciliare i coniugi. Alla vista dell'arma, è la donna la più lesta ad afferrare il braccio del marito, ma parte un colpo che ferisce l'aggressore a una gamba. E' accaduto questa sera, poco prima delle 19, a Gela, nel parcheggio di fronte al bar La Capannina (chiuso per riposo settimanale), nel quartiere Macchitella.  Lui è Giuseppe Raciti, 26 anni, originario di Catania, con precedenti penali per rapina. Gli agenti sono intervenuti tempestivamente, bloccando l'uomo, sequestrando l'arma e chiamando un'ambulanza che lo ha trasportato
nell'ospedale Vittorio Emanuele. Guarirà in pochi giorni.
   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati