Obama: abbiamo fatto errori inaccettabili

Il presidente Usa convoca i ministri: "Il nostro sistema di sicurezza ha fallito. Attaccheremo Al Qaida ovunque sia radicata e distruggeremo l'organizzazione terrorista"

"Il sistema di sicurezza americano ha fallito in una maniera disastrosa". Lo ha detto Barack Obama, a proposito del tentato attentato di Natale, al termine di una riunione che ha avuto alla Casa Bianca con il segretario di Stato, Hillary Clinton, il ministro della Difesa, Robert Gates, quello per la Sicurezza interna, Janet Napolitano e con i direttori della Cia, Leon Panetta, e dell'Fbi, Robert Mueller. Obama ha detto che episodi come quello non devono più ripetersi, ma ha anche aggiunto che è soddisfatto per la revisione delle misure di sicurezza.

E ha anche annunciato che gli Stati Uniti attaccheranno Al Qaida ovunque sia radicata e distruggeranno l'organizzazione terrorista.

Obama ha poi aggiunto che il carcere di Guantanamo sarà chiuso "perchè rappresenta un punto a favore di al Qaeda". "Il procuratore generale sconsiglia di trasferire altri detenuti nello Yemen in questo momneto" ha aggiunto, "ma chiuderemo Guantanamo perché danneggia i nostri interessi nazionali". I repubblicani avevano accusato Obama di avere messo in secondo piano la guerra ai terroristi.

Intanto il ministro degli esteri Franco Frattini si dice favorevole all'introduzione dei body scanner "sono una misura necessaria perché credo sia arrivato il momento di dire che dobbiamo essere più attrezzati dei terroristi - ha detto Frattini in un'intervista a Sky Tg24". Il titolare della Farnesina osserva come sia importante il diritto alla privacy dei passeggeri ma "il diritto di non saltare per aria a bordo di un aereo è un diritto ancora più importante. Credo sia arrivato ormai il momento di dire che dobbiamo essere più attrezzati nei confronti dei terroristi", ha ribadito Frattini, spiegando che se "c'é una tecnologia moderna" in grado di fornire maggiori garanzie di sicurezza "si deve usare". Anche perché "abbiamo visto cosa é successo" nel caso del volo Delta di Natale, dovevl'attentatore "aveva superato tutti i controlli" attualmente previsti. "I terroristi hanno, purtroppo, grandi fonti di finanziamento, anche attraverso rapimenti e riscatti per glivostaggi, e possono acquistare materiali sofisticati. Noi, come istituzioni, dobbiamo fare meglio", ha aggiunto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati