Il Tevere esonda nel Viterbese, cacciatore disperso in Umbria

Le piogge battenti degli ultimi giorni hanno provocato gli straripamenti. Anche il fiume Fiora ha rotto gli argini

Orte. Il fiume Tevere è esondato in tre punti in provincia di Viterbo: tra Bomarzo e Attigliano, all'altezza del ponte che collega il Lazio all'Umbria, a Orte, nei pressi del sottopasso ferroviario che conduce ad Orte Scalo, e tra Borghetto e Magliano Sabina (Rieti). Tutti i tratti stradali interessati delle esondazioni sono stati chiusi al traffico in via precauzionale.
E un cacciatore di 76 anni, residente a Terni (Umbria), è disperso da ieri nelle campagne del Viterbese, tra Canino e Cellere. Sono in corso ricerche da parte delle forze dell'ordine. L'area in cui aveva detto che si sarebbe recato a caccia è tra quelle interessate dallo straripamento del fiume Fiora. La zona viene sorvolata da un elicottero dei vigili del fuoco al fine di individuare il fuoristrada bianco con cui l'uomo, ieri, aveva raggiunto la località. L'allarme è stato dato ieri sera dai familiari che non lo hanno visto rientrare a casa. Le ricerche sono ostacolate dal maltempo che, a tratti, imperversa ancora nel territorio.  
Con il passare delle ore si aggrava il bilancio del maltempo a Marina di Montalto di Castro, dove il Fiora è tracimato. L'acqua ha raggiunto circa un metro d'altezza ed ha allagato garage, seminterrati e i giardini di numerose abitazioni. Anche l'Aurelia, a causa dell'acqua che l'ha invasa, è stata chiusa al traffico nel tratto tra Montalto di Castro e Tarquinia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati