Due attentati in Afghanistan, cinque morti e decine di feriti

Un ordigno esploso al passaggio di un convoglio di forze internazionali a Nagarhar, un altro nella provincia sud-orientale di Khost. Tra le vittime anche due bambini

KABUL. Almeno cinque persone, tre agenti e due bambini, sono morti nelle scorse ore per l'esplosione di un rudimentale ordigno al passaggio di un convoglio congiunto di forze internazionali e dell'esercito afghano nella provincia di Nagarhar (Afghanistan orientale). Lo hanno reso noto oggi le autorità locali.
Nello stesso tempo, in un altro attentato di proporzioni minori 20 persone sono rimaste ferite per lo scoppio di un potente ordigno in Haman Square a Khost City, capoluogo della omonima provincia sud-orientale di Khost.
Il portavoce del governo di Nagarhar, Ahmed Zia Abdulzai, ha detto che gli attentatori hanno attivato a distanza un ordigno quando il convoglio era in transito nel villaggio di Mazina, distretto di Rodat, e si dirigeva verso una zona dove è in sviluppo un progetto di ricostruzione. Oltre alla cinque vittime di cui due di minore età, ha indicato il portavoce, nelle locali strutture sanitarie sono stati ricoverati 15 feriti, fra cui vari bambini.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati