Zamparini: il 2010 sarà l'anno di Pastore

Il presidente del Palermo: "L'argentino è un fuoriclasse, così come Kjaer. Zenga? Non lo riprenderei. Rossi invece è stata la nostra fortuna"

“Mi auguro un Palermo in Europa, meglio sul gradino della Champions”. Maurizio Zamparini durante un’intervista ha espresso il desiderio di vedere la propria squadra in Europa. Il numero uno di viale del Fante ha parlato degli allenatori di questa prima parte di campionato, Zenga e Rossi: “Zenga? Col senno di poi non lo riprenderei, ma non perché è un cattivo allenatore ma è ancora inesperto per il calcio italiano di un certo livello. Una cosa è allenare una squadra che ambisce alla salvezza e un’altra una formazione come il Palermo che deve dettare i tempi di gioco. Prendere Rossi è stata la nostra fortuna – ha spiegato Zamparini -. Se completerà il 2010? Per me anche il 2011 e il 2012, perchè per lui il Palermo è un punto di arrivo, non di partenza”.
Maurizio Zamparini punta su Javier Pastore, e ribadisce che il 2010 sarà l’anno dell’argentino. Il patron rosanero ha anche speso parole di elogio per il trequartista rosanero. "Ho avuto tanti giocatori, lui è un fuoriclasse, l’unico che abbiamo in questo momento. Miccoli ha grandissima classe, Pastore è un fuoriclasse, come Kjaer. Andranno in grandi club fra 3-4 anni. Non avrei difficoltà – ha proseguito - a vendere Pastore domani mattina tre volte più di quanto l’ho comprato. Kjaer lascerà a giugno? – ha poi concluso il presidente del Palermo - Lui dice di no e io dico di no. Sa che deve fare esperienza ed è meglio giocare a Palermo da titolare che fare la riserva al Chelsea. I mondiali diranno dove può arrivare”.
Giovanni Gaziano

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati