Siciliani rapiti, nuovo messaggio

Ancora una rivendicazione di Al Qaeda sulla coppia rapita in Mauritania. "Il sequestro è una risposta ai crimini commessi dal governo Berlusconi contro i musulmani"

Nuova rivendicazione e nuove foto di Al Qaeda nel Maghreb islamico sulla coppia siciliana rapita il 18 dicembre in Mauritania. In un messaggio di rivendicazione del sequestro diffuso su Internet e monitorato dal sito di intelligence Site, vengono mostrate le foto che Sergio Cicala e la moglie originaria del Burkina Faso avevano sul passaporto e un'immagine dell'italiano attorniato da cinque uomini armati. La coppia risiede a Carini, in provincia di Palermo.
La prima rivendicazione era arrivata lunedì scorso con un messaggio audio diffuso dal sito di Al Arabiya. Adesso si afferma che "il sequestro è una risposta ai crimini commessi dal governo Berlusconi contro i musulmani in Afghanistan e Iraq". Si aggiunge anche che "se la famiglia degli ostaggi e il popolo italiano tengono alla sicurezza di Cicala e Kabouree, devono esercitare pressioni sul loro governo perchè‚ risponda alla sua richiesta".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati