Il maltempo manda l'Italia in tilt

Gelo e neve soprattutto al Nord. Aeroporti chiusi, difficoltà nelle autostrade

Ancora pesanti i disagi nel nostro paese per via della neve, del ghiaccio e della pioggia. In particolare, per i viaggiatori bloccati negli aeroporti e nelle stazioni da cancellazioni e ritardi.
L'ondata di maltempo non diminuisce e la Protezione civile ha rilanciato l'invito agli italiani di muoversi in auto solo se necessario. Le criticità principali, per quanto riguarda la viabilità, si registrano nel genovese, in Emilia Romagna, a Milano e in genere in Lombardia. Nel capoluogo lombardo, pesantemente messo alla prova dopo le nevicate, è ancora al lavoro l'esercito (centinaia i militari impegnati) per liberare le strade e spargere il sale. Le scuole sono chiuse e il traffico è regolare; sulla regione ora non nevica ma nel pomeriggio è atteso un peggioramento.
Malpensa è rimasto chiuso fino alle 13 di oggi mentre a Linate stanno riaprendo i check-in di Alitalia. Chiusi anche gli scali di Genova e Verona. Ritardi e cancellazioni a Fiumicino, dove le condizioni climatiche sono buone, ma risente delle condizioni degli scali di destinazione. Easy Jet, ad esempio, ha cancellato numerosi voli, quelli destinati a Londra, Milano Linate, Parigi. Sulla rete autostradale la situazione non è migliore. Circa 300 chilometri di rete, nel nord Italia, è interessata alla piaggia gelata. In particolare, la Liguria (A7, A10, A12) e l'Emilia Romagna (A1, A13, A14) dove esiste un vero e proprio allarme lanciato dalla Protezione civile. Su alcuni tratti continua a cadere la neve, come vicino a Gemona Osoppo, Vercelli e in prossimità del Traforo del Monte Bianco. I collegamenti con le isole nel golfo di Napoli sono state sospese. In Sicilia, ci sono forti raffiche di vento (raggiunti anche i 70 chilometri orari); una tromba d'aria si è abbattuta la notte scorsa nel palermitano, facendo ribaltare due Tir sull'autostrada Palermo-Catania; il conducente di uno dei due automezzi è rimasto ferito.
Brutte notizie per i viaggiatori che hanno subito disservizi: non si prevedono rimborsi. "Esiste un regolamento - ha detto il ministro dei trasporti Altero Matteoli - a cui bisogna attenersi: quando si tratta di calamità come queste non è previsto alcun rimborso".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati